Vorrei morire anche stasera se…

SENTINELLA DEL CANAVESE
26 Aprile 2007
VORREI MORIRE ANCHE STASERA SE DOVESSI PENSARE…

SETTIMO ROTTARO. Sul palco Mario Pirovano calato di volta in volta nei tre personaggi, con le sue eccezionali capacità espressive e la mimica che riescono a far superare la comprensione della recitazione in dialetto. Tre monologhi con una colonna sonora prodotta da strumenti particolari, oggetti di uso comune ammucchiati sul palco e “suonati” da Paolo Ciarchi: tubi di gomma, nastro adesivo, sonagli applicati alle scarpe, campanelle, pentole, fil di ferro, ma anche chitarra, violoncello e flauti, e poi la voce bella e potente, la bocca, la testa e il petto da percuotere, ancora per produrre rumori particolari. (…)
Due grandi personaggi del mondo del teatro, Pirovano e Ciarchi
, che hanno riscosso il successo e gli applausi sentiti e sinceri del pubblico presente a Settimo Rottaro, per celebrare in questo modo gli ideali di libertà per cui tanti hanno lottato e sono morti.
Liliana Vogliano


LA VITA CATTOLICA
26 Aprile 2007
A PIROVANO L’ONORE DI CHIUDERE LA STAGIONE. GRANDE PROVA DEL DELFINO DI FO

Entra in scena come una furia trasformando il palco del Teatro di Romanengo in una piazza, in un’arena, in un circo. Mentre, con inaspettata agilità, sale e scende danzando le gradinate della platea, regge il cono di una lunghissima tromba. Dall’altro capo un personaggio altrettanto sorprendente soffia nel tubo di gomma eseguendo melodie tratte dal repertorio partigiano. È davvero travolgente l’inizio di “Vorrei morire anche stasera…”, spettacolo di Dario Fo, andato in scena sabato 21 aprile in prima nazionale al “Galilei”. Mario Pirovano svolge egregiamente il compito di allievo ed erede, portando su tutti i palchi le opere del suo maestro, interpretandole con un mimetismo sorprendente: i gesti, l’energia, lo stravagante uso dei suoi dialetti, i tempi comici sono i medesimi di Dario Fo.
Durante il racconto interviene spesso Paolo Ciarchi, musicista che, per creare suoni sorprendenti, usa strumenti insoliti come conchiglie, tubi, sedie.
G.C.

Be Sociable, Share!