Solo sulla scena

Manifesto 'Mistero Buffo' disegnato da Dario Fo per Mario Pirovano, 1991Manifesto disegnato da Dario Fo per Mario Pirovano, 1992

(vedi alla voce: spettacoli)

Nel 1991, pur continuando a lavorare con la Compagnia Fo-Rame, Mario Pirovano ha iniziato a recitare il monologo “Mistero Buffo”: è stato quasi per caso, dinanzi ad una scolaresca in visita alla Libera Università di Alcatraz, presso Gubbio, dove nei mesi estivi collaborava con Jacopo Fo, figlio della coppia di attori.

Da allora è stato un susseguirsi di piazze, teatri, scuole, parchi, chiese: dappertutto il pubblico ha accolto con calore ed entusiasmo il testo interpretato da Mario Pirovano.

Su sollecitazione di Franca Rame, nel 1999 ha iniziato a rappresentare il testo “Johan Padan a la Descoverta de le Americhe” di Dario Fo, che ne ha firmato la regia.

Dopo aver recitato il “Mistero Buffo” e il “Johan Padan” con successo in Italia e all’estero, è sulla scena con il monologo “Lu Santo Jullare Françesco”, anch’esso di Dario Fo.

Dal 2005 ripropone l’opera di Fo “Vorrei morire anche stasera se dovessi pensare che non è servito a niente”, testimonianze sulla Resistenza raccolte dalla viva voce dei partigiani.

Nel 2016 ha recitato a fianco a Dario Fo nel suo ultimo lavoro, la mostra-spettacolo-lezione “Darwin, l’universo impossibile“, e lo ha riproposto più volte dopo la morte del Maestro.

Nella primavera del 2017 ha messo in scena con l’attrice Sara Bellodi il testo “In fuga dal Senato“. Il lavoro, prodotto dalla Compagnia Teatrale Fo-Rame diretta da Jacopo Fo, è tratto dall’omonimo libro autobiografico di Franca Rame riguardante la sua esperienza politica in Parlamento tra il 2006 e il 2008.

“Il Magnifico Ruzzante” di Dario Fo è l’ultima proposta teatrale di Mario Pirovano, sempre prodotto dalla Compagnia Teatrale Fo-Rame.

Negli anni più recenti Mario Pirovano ha contribuito alla presentazione di libri e all’organizzazione delle mostre dei dipinti di Dario Fo, in particolare a Cesenatico, Biella, Arezzo ed Edimburgo. L’intento è quello di far conoscere, oltre il teatro, l’altra grande arte del suo Maestro: la pittura.

 

Be Sociable, Share!